Flavio Briatore: DECURTIAMO IL 25% AGLI STIPENDI DEI DIPENDENTI PUBBLICI

Abbiamo la sfortuna di avere un Primo Ministro che pensa di essere il nuovo DITTATORE e pertanto non si rivolge al Governo, ne al Parlamento, ne alle opposizioni, a nessuno. Va e fa da solo, disfa e racconta solo un sacco di BALLE.


La credibilità ed il presunto “consenso” di CONTE, è dato dai dipendenti pubblici, para-pubblici e percettori del reddito di cittadinanza e di emergenza.


Tutta gente che da questo sistema attuale, ha avuto da guadagnare!

Così come si fa nei Paesi normali tipo il Portogallo, questo era il momento di avere una DECURTAZIONE del 20/25% dello stipendio a tutti gli Impiegati Statali, (così come si fa in tutte le aziende con tutti quelli che sono in cassa integrazione) e ridistribuirli agli autonomi e alle Partita Iva che sono in difficoltà.


Ma il Portogallo è un Paese che funziona ed il nostro è un Paese che non funziona, dove le minoranze non sono considerate e nel quale c'è un uomo solo al comando con una TASK FORCE di 500 persone, nella quale non c'è una sola persona che si occupi di TURISMO, tutta gente che NON SA UN CA….!!


Purtroppo non siamo il Portogallo, in questo momento siamo solo l’Italia.

0 visualizzazioni