Protesi dentali fasulle: allarme, possono essere tossiche.


Protesi dentali fasulle! L’allarme è stato fatto scattare dalla Aiop, l’Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica in occasione del X Meeting Mediterraneo in programma a Rimini il 13 e 14 aprile. Non tutti i professionisti sono onesti, e questo capita purtroppo anche nel settore delle salute, odontoiatria inclusa. Non sempre infatti i costosi impianti, capsule, dentiere che ci vengono inseriti in bocca sono a norma, mettendo così a rischio la nostra salute. Tuttavia, ponendo una maggiore attenzione, è possibile difendersi da protesi fasulle contenenti materiali diversi da quelli dichiarati e percentuali oltre il limite stabilito di metalli potenzialmente tossici, come nichel e cadmio. Spiega infatti Paolo Vigolo, Presidente Aiop: "Alcuni test da noi condotti avevano già rilevato come, a fronte di molte protesi a norma vi fossero comunque le eccezioni: quelle, ad esempio, prive del certificato di conformità o che non dichiaravano la presenza di alte percentuali di nichel. I recenti casi di cronaca confermano il problema" ATTENZIONE ALLE PROTESI DENTALI FASULLE, I CONSIGLI DELL'AIOP: IL CERTIFICATO DI CONFORMITÀ DELLE PROTESI Attenzione alle protesi fasulle, esiste un certificato di conformità che i pazienti hanno diritto di richiedere! Prosegue infatti il dott. Vigolo: "I cittadini, però, devono sapere che esistono gli strumenti con cui difendersi. In base alla normativa 93/42 Cee, infatti, l’odontotecnico è obbligato a rilasciare al dentista la Dichiarazione di conformità per ogni protesi che gli viene commissionata. L’odontoiatra, a sua volta, è tenuto a consegnare tale certificazione al paziente, se quest’ultimo la richiede". PROTESI NON SICURE: AIOP INVITA I PAZIENTI A INFORMARSI SUI MATERIALI Constata la conformità della protesi dentaria, Informarsi sui materiali, sui pro e contro nonché sulle possibili allergie che ne potrebbero scaturire, è inoltre buona norma per rendersi consapevoli di ciò che stanno inserendo nella nostra bocca. Aggiunge Giuliano Vitale, dirigente della sezione odontotecnica di Aiop: “I cittadini devono sapere che le protesi non sono tutte uguali. Anche se realizzate con i medesimi materiali, le percentuali dei diversi componenti possono essere differenti e incidere sui costi, la qualità e la durata del prodotto finale, oltre che sulla sua biocompatibilità, in relazione alle caratteristiche del paziente. Per questo motivo, è bene diffidare delle protesi offerte a prezzi particolarmente economici, che potrebbero essere state realizzate con procedure o materiali non idonei”. PROTESI DENTALI FASULLE: I CONSIGLI DEGLI ESPERTI SU COME DIFENDERSI E per concludere, una volta installata la protesi, chiedere al proprio odontoiatra le procedure igieniche per il migliore mantenimento e se si nota qualcosa di anomalo, come gonfiore o sanguinamento, richiedere immediatamente un controllo.


0 visualizzazioni